Imparando a convivere con gli altri - L’attività laboratoriale della 1A LS che insegna ad essere “multiculturali”
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli San Salvo su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Mattioli San Salvo Iniziative 19/04/2018 19/04

Imparando a convivere con gli altri

L’attività laboratoriale della 1A LS che insegna ad essere “multiculturali”

Imparare a conoscere le diverse culture delle varie popolazioni è fondamentale per vivere in un mondo che cerca di essere multiculturale. Questo il tema principale trattato nell’attività laboratoriale dalla 1A del Liceo Scientifico R. Mattioli di San Salvo, coordinata dalla prof.ssa Nadia Vinciguerra, docente di storia e geografia.

Innanzitutto la classe è stata divisa in tre gruppi, ognuno dei quali è stato incaricato di approfondire un differente aspetto di uno stesso tema: la cultura e l’identità. Argomenti oggetto di ricerca pertanto sono stati: la religione; la lingua, come veicolo fondamentale di cultura; la questione delle razze.
Una volta creati i gruppi e assegnati gli argomenti è iniziato il lavoro in classe che si è svolto in più fasi tramite la strategia del cooperative-learning. Nelle fasi iniziali, attraverso domande guida, i componenti, assunti ruoli specifici, hanno selezionato ed interrogato il materiale a propria disposizione ed infine individuato le risposte alle domande guida. Ogni fase ha previsto la revisione e correzione da parte della docente. Terminato il lavoro in classe i gruppi hanno completato i prodotti finali precedentemente abbozzati e hanno preparato le esposizioni orali.

In merito al concetto di religione e del suo ruolo nella società è emerso che le religioni più diffuse in tutto il mondo sono il cristianesimo, l'islamismo, il buddhismo e l'induismo. Altre religioni molto praticate sono il confucianesimo, lo shintoismo e l'ebraismo. Tre sono le religioni monoteiste che hanno sia caratteri comuni che creano fattori di aggregazione sia tratti differenti che creano conflitti armati e non. Data la curiosità suscitata dall’appassionante lavoro di ricerca e dal confronto con compagni islamici, sono seguiti interessanti approfondimenti, il primo dei quali ha informato circa la grande presenza di persone atee (persone che non credono nell'esistenza di un Dio) e agnostiche (coloro che sono alla ricerca costante di una spiegazione scientifica alla religione). Il secondo, nato da un dibattito in classe, ha portato alla luce il ruolo e l’importanza diversa data alla preghiera, alla parola Sacra tra cattolici e islamici.

Per quanto concerne invece la lingua come mezzo principale per la comunicazione del proprio bagaglio di valori culturali si è sottolineato come con essa possiamo condividere emozioni e sensazioni sia positive sia negative. Ogni cultura usa una diversa lingua e quindi si pensa che comunicare con i “diversi” sia impossibile, ma basta trovare un punto d’incontro: conoscere le basi della lingua più importante, l’inglese è già un passo avanti verso una comunicazione multiculturale. Si è in verità anche ricordato che la lingua più importante e quella più diffusa non coincidono; infatti la più diffusa è il cinese.
Da ulteriori ricerche è stato infine sollevato un monito forte per noi giovani menti: al giorno d’oggi, non tutti sanno che anche per ottenere incarichi lavorativi, talvolta privi di laurea, sono richieste delle certificazioni della lingua inglese. Si va dai lavori come il cliente manager (apparentemente più corrispondenti a questa richiesta), a lavori quali il commesso in un semplice negozio di abbigliamento (apparentemente ed erroneamente pensati come meno corrispondenti con tale richiesta). Udite udite! Tali certificazioni sono sempre più richieste poi per poter frequentare l’Università.

A concludere l’intervento il gruppo impegnato sulla questione delle razze. La RAZZA è un raggruppamento di individui costituito in modo empirico sulla base di caratteri somatici esteriori comuni. Questo concetto, hanno spiegato i ragazzi ai propri compagni, è nato da un desiderio puramente scientifico di classificazione dei diversi tratti somatici umani osservati nel XVIII secolo da Carlo Linneo. Fu poi un suo allievo ad utilizzare il termine razza (già in uso presso scienziati francesi) per distinguere le 5 diverse varietà riscontrate. L’idea di “razza” già presente ai tempi dei Greci, spesso è sfociata in episodi di razzismo a partire dalla persecuzione degli Ebrei da parte dei Babilonesi. Ma razza-razzismo è un’equazione che non sussiste, poiché come dimostra la scienza non può formarsi una razza nei nostri geni. Di qui l’importanza ancor oggi di sottolineare quanto sostenuto dal genetista Luigi Cavalli Sforza:« le differenze fra i gruppi che colpiscono lo sguardo riflettono differenze superficiali».

Questo lavoro è stato molto utile per noi studenti poiché abbiamo potuto imparare in modo più rapido e creativo; abbiamo testato la collaborazione tra i vari componenti di ogni gruppo, non sempre semplice e fluida; soprattutto però abbiamo appreso nuove informazioni sui vari popoli che abitano il nostro stesso mondo, dunque abbiamo concluso che sì siamo tutti diversi, ma uguali.

1ALS

di Redazione IIS Mattioli - San Salvo


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi