Giovanni Falcone: un ideale di giustizia ancora vivo - “La mafia non è affatto invincibile”
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli San Salvo su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattioli San Salvo Attualità 23/05/2018 23/05

    Giovanni Falcone: un ideale di giustizia ancora vivo

    “La mafia non è affatto invincibile”

    La mafia non è affatto invincibile, è un fatto umano, e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo l’eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni”. È da queste parole, pronunciate dallo stesso Giovanni Falcone, che si percepisce la sua grandezza, quella di un magistrato che diventò uno dei più importanti protagonisti nello scenario antimafioso.

    Assassinato in quella che è comunemente ricordata come “strage di Capaci” del 23 maggio 1992, i boss di Cosa Nostra cancellarono nel tempo di un’esplosione l’emblema della lotta contro la mafia.

    La morte di Falcone viene oggi ricordata, insieme alle altre vittime della scorta, da un monumento commemorativo costituito da colonna grigia che si erge nel punto esatto della strage, all’uscita dell’autostrada Palemo-Capaci, da dove inoltre è visibile chiaramente il luogo in cui venne premuto il detonatore che provocò lo scoppio di 1000 kg di tritolo.

    Elevato valore simbolico ha anche l’ “albero Falcone”, un ficus magnolia che si erge alto di fronte alla casa del giudice (in via Notarbartolo 23 a Palermo), ricoperto di foglietti, lettere, striscioni e manifesti carichi di messaggi e disegni dedicati non solo a lui ma all’intera comunità che si unì e si unisce, anno dopo anno, alla lotta contro la criminalità organizzata.

    Durante il nostro viaggio di istruzione, accompagnati dai nostri docenti, prof.ssa  A. Del Borrello e prof. E. Cosentino, abbiamo avuto la possibilità di visitare questi luoghi della memoria, entrando subito in contatto con una realtà che rende ancora oggi visibili i segni di una lotta che non è stata ancora definitivamente vinta; sono luoghi  “vivi”, dove la morte di uomini coraggiosi come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Carlo Alberto Dalla Chiesa, don Pino Puglisi, per citare solo i più noti, ha lasciato il posto alla rinascita di quegli ideali di giustizia che costituiscono per noi studenti valori fondamentali per diventare cittadini onesti e attivi.

    La mafia non è invincibile, come disse il magistrato Falcone ma, a 26 anni dalla sua tragica morte, noi giovani ci chiediamo se esista davvero una volontà istituzionale tesa ad operare nella legalità; una solida determinazione che metta ogni difensore dello Stato nella condizione di poter contrastare le azioni della criminalità organizzata.

    Un Paese che ignora e sottovaluta così efferate manifestazioni di criminalità è un Paese senza giustizia e senso civile; il suo popolo è senza speranza di riscatto; è destinato a soccombere sotto l’arroganza mafiosa.

    Noi giovani abbiamo il dovere morale e civico di rifondare il nostro paese su valori culturali che promuovano la conoscenza della verità per perseguire la giustizia intesa platonicamente come la capacità di attuare onestamente il proprio compito, ciascuno per ciò che gli compete.

    Caruso Martina IV A LS

    di Redazione IIS Mattioli - San Salvo


    Parole chiave:

    #rssmattioli

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi