La cultura è indispensabile quanto l’aria che respiriamo - I "conti" dell’economista Paola Dubini confermano che di cultura si può vivere
 
Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli San Salvo su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

La cultura è indispensabile quanto l’aria che respiriamo

I "conti" dell’economista Paola Dubini confermano che di cultura si può vivere

Il 14 marzo, nell’aula magna del nostro istituto, si è tenuto il terzo dei cinque incontri del progetto “una scrittrice a scuola”, che per questa data ha avuto l’onore di ospitare la docente e scrittrice Paula Dubini.

Nata il giorno della Festa della Donna nel 1963, è laureata in Economia e Commercio all’Università Bocconi ed è professoressa associata di Economia Aziendale. Inoltre, svolge anche il ruolo di direttrice del corso di laurea in Economia per le arti, la cultura e la comunicazione.

All’incontro hanno partecipato tutti gli alunni delle classi terze, e proprio in questa occasione la Dubini ha presentato il volume “Con la cultura non si mangia: FALSO!“. L'incontro-dibattito si è strutturato in due momenti: nel primo la scrittrice ha descritto a grandi linee il suo saggio e ciò che attraverso esso ha voluto trasmettere; nel secondo invece la Dubini ha accolto le domande del pubblico ed è riuscita a soddisfare tutte le curiosità degli studenti.

Introducendo il suo libro, l’autrice ne ha presentato i primi capitoli, i quali trattano della cultura e sviluppano il titolo stesso del saggio. Il fine è quello di dimostrare al lettore che la cultura serve (capitolo 2), interessa tutti in quanto bene comune e necessario (capitolo 3) ed è reale per due ragioni fondamentali: in primis perché costituisce l’identità di un popolo (capitolo 1), in secundis poiché porta un effettivo ritorno economico (capitoli 5, 6 e 7).

Dopo aver esaustivamente spiegato anche l’origine del titolo, che deriva da una infelice frase che si dice pronunciata dal ministro Tremonti (sempre da lui smentita), la Dubini è passata a rispondere ai quesiti degli studenti. Le domande su cui l’autrice si è soffermata sono state molte, ma solo su tre di esse si è concentrata particolarmente. Nella prima ci si è chiesti come far avvicinare i giovani alla cultura. La risposta della Dubini è stata veloce e sicura: musica, lettura, cinema, social, i giovani sono già immersi nella cultura. Essa infatti è passione e ci permette di conoscere meglio tutti coloro con cui condividiamo questa passione. Con la seconda domanda si è cercato di capire chi o cosa definisca la cultura. Qui l’autrice ha convinto i presenti di come essa riguardi tutti i settori, da quelli classici (movimenti e collezioni d’arte), alle arti visive e performative (concerti e spettacoli), passando anche per musica e sport. La cultura è tutto ciò che ci fa sentire a casa, infatti essa è tradizione ma soprattutto espressione del nostro modo di essere.

Infine l’ultima domanda è stata posta per scoprire da cosa derivasse la passione della Dubini per l’economia. Quindi la scrittrice ha iniziato a raccontare come questa sua passione sia nata fin dai tempi del liceo e abbia trovato la sua realizzazione nella stesura del suo primo libro. Esso è stato pubblicato dalla casa editrice Laterza e inserito nella collana di saggistica Idòla, volta a sfatare tutti i principali miti della società moderna. In conclusione Paola Dubini ha tenuto a sottolineare che la cultura è indispensabile quanto l’aria che respiriamo e che la letteratura e l’italiano servono in qualunque ambito. Quel che ci eleva è esprimere il nostro pensiero nel miglior modo possibile.

Angelo Ciurlia

Letizia Potenza


Parole chiave:

cultura , incontri , scrittori

Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi